Waterloo , la battaglia che ha cambiato l’Europa

Una battaglia epica

Nel 1815 due uomini si fronteggiavano in un campo fangoso in Belgio. Wellington, con il suo esercito britannico , e Napoleone con  la sua Guardia Imperiale. Una battaglia decisiva che poteva dare termine  ad un sanguinoso conflitto di  20 anni .

E ‘stato uno scontro tra due colossi militari della storia. Avevano  la stessa età, erano  strateghi formidabili e avevano una serie di vittorie dietro di loro. Il vincitore avrebbe determinato il destino dell’Europa.

Per capire Waterloo, è importante conoscere Napoleone che aveva cercato di stabilire un impero europeo sotto la sua dittatura militare dal 1804.

Gli inglesi lo sconfissero a Trafalgar nel 1805, ma Napoleone ha continuato ad invadere paesi in tutta Europa prima di essere costretto ad abdicare. Tornato a Parigi nel marzo 1815, spingendo la Gran Bretagna, Prussia, Russia e Austria a dichiarare guerra. Nel mese di giugno, Napoleone invase il Belgio, sperando di catturare Bruxelles. Egli ha inviato truppe per combattere Wellington, e condusse un battaglione contro le truppe prussiane del generale Blucher. L’ esercito di Wellington non è stato sconfitto, ma Blucher si ritirò. La scena era pronta per una battaglia decisiva finale.

Su un campo di battaglia sanguinosa in Belgio, Wellington aveva fermato inarrestabile marcia di Napoleone verso la dominazione europea e assicurato il ruolo della Gran Bretagna come un attore chiave in Europa. Napoleone fu esiliato a Sant’Elena, dove morì nel 1821. Wellington era un eroe: si è assicurato un accordo di pace con la Francia ed è diventato primo ministro nel 1828.