Virus Ebola: Può qualcuno fare qualcosa?

07.08.2014

La malattia di Virus  Ebola stà imperversando  dal marzo di quest’anno da quando è stato segnalato il primo caso nella Repubblica di Guinea. Da allora si è diffuso ad altri tre paesi (Liberia, Sierra Leone e ora, Nigeria), ed ha causato 932 morti tra 1.711 casi ed è diventato il peggiore focolaio di epidemie  nella storia. E che cosa è stato fatto per impedirlo?

Tra agosto 2 e 4, sono stati segnalati 108 nuovi casi di Ebola (EVD) (inclusi  probabili o sospetti casi)e 45 morti (10 casi e 5 morti nella Repubblica di Guinea; 48 casi e 27 morti in Liberia; 45 casi e 13 morti in Sierra Leone; 5 casi e 0 morti in Nigeria).

Il virus Ebola può raggiungere un tasso di mortalità del 90 per cento, in questo caso la media è stata tra il 50 e il 60 per cento, attualmente è al 54%. Fu scoperto nel 1976 nella Repubblica democratica del Congo in un villaggio vicino al fiume Ebola. Malattia che interessa gli esseri umani ed i primati, il più probabile vettore del virus  è il pipistrello della frutta.

I sintomi compaiono tra i  due e 21 giorni dopo l’infezione, che è causata dal contatto con i fluidi del corpo della vittima, toccando la pelle o mangiando carne infetta (bushmeat, vale a dire primati o pipistrelli, considerati  una prelibatezza in alcune parti dell’Africa).

I sintomi della malattia sono di  solito febbre, debolezza, dolore alle articolazioni e muscoli, mal di testa, mal di gola, poi diarrea, vomito, un’eruzione sulla pelle, danni al fegato e reni ,danni interni ed ed emorragie esterne, sanguinamento dalle orecchie, naso, occhi, bocca e pelle.

I pazienti sono contagiosi, non appena i sintomi appaiono e rimangono contagiosi anche dopo la morte e  molte infezioni sono causate dalla pratica di mettere le mani sul corpo del defunto per pagare l’ultimo saluto.

Non non c’è nessun vaccino approvato o medicina disponibile, la procedura di assistenza sanitaria si limita a sostenere il paziente mentre il corpo si occupa della malattia.

Il recente panico tra alcuni cittadini negli Stati Uniti d’America circa il trasporto di due operatori di  assistenza sanitaria  infettati dal’  EVD è un tipico esempio di paranoia che accompagna questa malattia, visibile anche in Africa occidentale, dove persone evitano contatto con cliniche, perché pensano che i pazienti peggioreranno , o che i medici stessi hanno portato il virus.

Ora, qualcuno può per favore fare qualcosa? Sarebbe un bene se  l’organizzazione mondiale della sanità indicesse  una riunione del suo comitato di emergenza composto di esperti internazionali, a Ginevra (oggi), ma perché non è stato fatto  qualcosa  prima (da marzo) e perché l’OMS , pur vedendo l’ avvicinarsi di tutti i focolai della malattia , rimane seduta , invece di informare le persone che la malattia  si diffonde  e imponendo restrizioni nei viaggi?

Nel frattempo la malattia si impadronisce e ah… qualcuno non sente  il tifo della  lobby farmaceutica in sottofondo?

Con una malattia come questa, sicuramente ci doveva essere un divieto di viaggio totale e una mese di imposta “vacanza” per tutti i cittadini da trascorrere a casa, evitare raduni pubblici e un  team di  emergenza  pronto a rispondere quando viene chiamato.

Si sarebbe dovuto fare già a Marzo !

Con centinaia di nuovi casi che sono segnalati ogni settimana, sembra che stiamo guardando la punta di un iceberg; Immaginate cosa succederà se questa malattia prende terreno  tra Nigeria Lagos, per esempio, con 21 milioni di persone.

Oggi, supponiamo che fossero  stati imposti  divieti totali di viaggio o verso  questi paesi, una restrizione temporanea di circolazione all’interno dei paesi e una chiamata per le persone a rimanere a casa.

Se l’incubazione è di 21 giorni, stiamo parlando di una risposta di emergenza di tre settimane.

Se qualcuno vuole giustificarsi con  le attuali  situazioni economiche dei paesi dove è scoppiata EVD,  ricordiamoci che ogni anno 1,7 trilioni di USD sono spesi in armi.

Timothy Bancroft-Hinchey
Fonte
http://english.pravda.ru/opinion/columnists/07-08-2014/128227-ebola_virus_disease-0/

Traduzione
Appunti Italiani

Un pensiero riguardo “Virus Ebola: Può qualcuno fare qualcosa?

I commenti sono chiusi