Tel Aviv – Matrimonio tra ebrea e musulmano. Proteste e dimostrazioni

TRADUZIONE
Redazione Appunti Italiani.com

L’avvocato della coppia composta da  Malka Maral, 23 anni  e Mahmoud Mansour, 26, entrambi della provincia di Jaffa ,  Tel Aviv,  aveva cercato senza successo  di chiedere aiuto al  Tribunale per fermare la protesta  ottenendo soltanto il supporto  della polizia che ha permesso i manifestanti di avvicinarsi massimo  200 metri al luogo del matrimonio  nel sobborgo Rishon Lezion  di Tel Aviv.

La protesta ha evidenziato l’ aumento delle tensioni tra cittadini israeliani  ebrei ed arabi  negli ultimi  mesi tenendo conto anche della guerra di Gaza , del rapimento ed uccisione di tre ragazzi israeliani in giugno e dell’omicidio per  vendetta, attraverso la morte per   soffocamento , di un adolescente palestinese nella zona di Gerusalemme.

Un gruppo chiamato Lehava, che ha organizzato la manifestazione contro questo matrimonio, ha molestato coppie ebrei-arabi nel passato, giustificando le loro azioni con la scusa  dei  motivi religiosi ed esprimendo obiezione  contro  i matrimoni misti.

Ma raramente si sono permessi di manifestare vicino al luogo del matrimonio

Lo sposo ha detto  al canale TV di Israele che i manifestanti non sono riusciti  a disturbare  la cerimonia  e ferie  il suo  spirito. “Ballate e siate allegri, fino a quando il sole tramonta. Favoriamo la coesistenza,”ha detto.

matrimonio ebrea musulmano tel aviv proteste

CANTI CON MINACCE DI «MORTE AGLI ARABI»

I manifestanti, molti di loro giovani uomini indossano camicie nere,  ha riferito la sposa , ed ha ricordato che per chi è nato ebreo convertirsi  all’Islam prima del matrimonio è considerato un tradimento  contro lo stato ebraico.” I manifestanti gridavano  epiteti pieni di odio verso gli arabi tra cui “morte agli arabi”.

Hanno cantato una canzone che minacciava :  “Possa il tuo villaggio bruciare.”

Qualche dozzina di israeliani di sinistra ha tenuto una contro-protesta vicino al matrimonio  tenendo fiori, palloncini e un cartello : “L’amore vince su tutto”.

Presidente israeliano Reuven Rivlin ha criticato la protesta e l’ha bollata  come “causa di indignazione e preoccupazione” in un messaggio sulla sua pagina di Facebook.

Rivlin, membro partito Likud   del primo ministro Benjamin Netanyahu , ha detto: “tali espressioni minano alla base la nostra convivenza qui, in Israele, un paese che è ebraico e democratico,”.

Lehava portavoce ed ex deputato Michael Ben-Ari ha denunciato gli ebrei che si sposano  con non-ebrei  di aver fatto   “peggio di quello che   Hitler ha fatto,” alludendo all’omicidio di 6 milioni di ebrei in tutta Europa nella seconda guerra mondiale.

Ospite a sorpresa del matrimonio era il ministro della salute di Israele, Yael German, un centrista nel governo di Netanyahu. Il ministro  ha detto ai giornalisti  che ha visto il matrimonio e la protesta contro di esso come “espressione della democrazia”.

I cittadini arabi costituiscono circa il 20 per cento  della popolazione  di Israele, e la stragrande maggioranza degli arabi è musulmana. Le autorità rabbiniche  sorvegliano i  matrimoni misti temendo che cio’ diminuirà il numero  del popolo ebraico.

Molte coppie israeliane che si sposano fuori dalla loro fede si sposano all’estero per evitare problemi  .

Il padre della sposa  Yoram Malka, ha confermato  alla  televisione israeliana di di essere contrario  al matrimonio, definendolo “un evento molto triste” e di essere adirato per la conversione di sua figlia all’Islam   e del genero ha detto “il mio problema con lui è che lui è un arabo.”

Articolo di  Allyn Fisher-Ilan
Fonte :Reuters.com –  News Yahoo
http://News.yahoo.com/Israeli-Wedding-Jew-Muslim-draws-Protesters-AMID-War-000304290.html
Notizia pubblicata anche su Jerusalem Post il 17 Ago 2014

TRADUZIONE
Redazione Appunti Italiani.com