Sedrina, protesta dei profughi. Bloccate le auto sulla strada

Un gruppo di richiedenti asilo ospiti della Casa San Giuseppe di Sedrina è sceso in strada sabato mattina per chiedere più assistenza sanitaria. Non è stata una manifestazione dai autorizzata e toni pacati: i profughi infatti hanno bloccato le auto sulla strada provinciale che porta in Valbrembana. Gli automobilisti sono stati fermati a forza con sassi e rami scagliati in mezzo alla carreggiata. Pugni ai vetri, urla. Solo con l’intervento dei carabinieri e della Polizia locale i manifestanti sono stati riportati alla calma e all’interno della struttura in cui sono ospitati.

“E’ da mesi che mettiamo in guardia la prefettura su questa situazione insostenibile – spiega il sindaco di Sedrina Stefano Micheli -. Qui sono state accolte oltre 120 persone, ma noi come amministrazione non abbiamo nemmeno i numeri ufficiali. Abbiamo cercato, senza fare troppa polemica, di sollecitare più controllo e attenzione aumentando la vigilanza. Non siamo stati ascoltati e questi sono i risultati. Ora vogliamo convocare un’assemblea pubblica, dove inviteremo tutti gli attori chiamati a dare spiegazioni”.

“Questi sono i risultati delle scelte governative – commenta il sindaco di Lenna Jonathan Lobati, esponente di Forza Italia -. Si scarica tutto addosso ai Comuni che si trovano inermi e senza mezzi di fronte a queste problematiche così gravi”.

GUARDA IL VIDEO DELLA PROTESTA