Puglia: 1 milione di euro per chi assume gay, lesbiche, trans e rom

La Regione Puglia lancia il progetto DJ “Diversity on the Job”. 1.096.300 euro per finanziare tirocini per appartenenti a categorie discriminate per sesso o etnia.

Che la Puglia fosse una regione gay friendly era noto. Oggi però parte una nuova operazione finanziata con i fondi europei per 1.096.300 euro. Si tratta dei percorsi di tirocinio e coaching dell’Avviso del progetto “DJ – Diversity on the job”, rivolti a soggetti svantaggiati e/o discriminati appartenenti alla comunità LGBT o alla comunità Rom, Sinti e Caminanti (RSC).

Il progetto “vuole favorire l’inclusione socio lavorativa, nelle regioni dell’Obiettivo Convergenza (Puglia, Campania, Calabria e Sicilia), di quelle persone a forte rischio di discriminazione e marginalizzazione a causa del proprio orientamento sessuale o della propria comunità di appartenenza.”

Difficile comprendere come si dovrà certificare il proprio orientamento sessuale per poter accedere ai corsi. Come è altrettanto difficile comprendere perché in un periodo di forte disoccupazione generalizzata, vi debbano essere delle fasce sociali identificate in base all’orientamento sessuale o all’etnia o comunità di appartenenza, privilegiate rispetto alle altre.

In ogni caso gioisce il presidente Vendola, che tuttavia fa sapere di essere talmente deluso dall’Italia e dalla sua politica – specie dopo le spaccature all’interno di Sel – da aver preso in esame l’ipotesi di emigrare in Canada assieme al suo compagno.

Francesco Colafemmina

Un pensiero riguardo “Puglia: 1 milione di euro per chi assume gay, lesbiche, trans e rom

I commenti sono chiusi