La scuola familiare! L’ultima opportunita’

Ci sono molte  famiglie  insoddisfatte della “diseducazione” della scuola pubblica , oramai appiattita su modelli di indottrinamento delle masse di stampo socialista ed anticristiano. Siamo tutti informati sui tentativi di togliere i Crocifissi dalle scuole, i presepi, introdurre ore di Religione in cui si insegna tutto tranne il Cattolicesimo che anche  se equiparato alle altre religioni alla fine viene deriso , sottovalutato ed osteggiato ed  alla fine viene imposta  la tesi evoluzionista sulla natura scimmiesca dell’uomo.

Il fenomeno del bullismo nelle scuole come pure l’educazione sessuale precocemente insegnata sta portando a disastri sociali irreparabili con la complicita’ della politica nazionale ed della UE sempre pronta a diffondere libretti in cui vengono omesse le feste Cristiane o proporre l’educazione sessuale gia’a  5 anni .

Il mondo politico “laico” vuol  mettere le mani sui nostri figli  nel nome della  presunta “liberta’ fratellanza, uguaglianza”  in maniera indegna ed e’ difficile trovare una scuola giusta. Abbiamo cosi’ pensato   di diffondere   la possibilita’ , prevista dalla Costituzione Italiana, di   “Scuola Familiare” , con cui le famiglie possono impegnarsi  personalmente   o  con l’ausilio di insegnanti qualificati di supporto per  garantire  una vera educazione religiosa secondo la vera Tradizione Cattolica tenuto conto anche della “modernizzazione ” e “contaminazione” di molti istituti religiosi in cui girano catechismi moderni insegnati da catechisti laici creativi.

1. La scuola familiare o paterna

La  scuola familiare o paterna è l’istruzione impartita dai genitori o da altre persone scelte dalla famiglia a casa od in altre strutture familiari .
2. Aspetti legali  che permettono la  scuola familiare
Si, è legale non mandare i propri figli alla scuola pubblica . Cio’ e’ previsto dall”articolo 34 della  Costituzione Italiana che recita: .. L’istruzione inferiore, impartita per almeno otto anni, è obbligatoria e gratuita. Quindi è  obbligatoria l’istruzione , ma non la scuola.
3. Cosa  fare per educare  mio figlio/a a casa  senza la scuola pubblica
Occorre presentare un modulo al dirigente scolastico del vostro circolo didattico  dove si dichiara che voi provvederete all’ istruzione di vostro figlio/a. Occorre testimoniare le proprie capacità tecniche o economiche per permettervi tale istruzione ed  allegare  un curriculum scolastico che dovrà essere approvato dal circolo didattico di competenza  e che  non dovrà obbligatoriamente seguire il curriculum scolastico tradizionale, il piano di studio potra’  essere scelto dai genitori.
4. Come fa la scuola ad assicurarsi che i bambini stiano ricevendo una giusta istruzione?
La commissione scolastica esaminera’ il bambino berso la fine dell’anno scolastico (giugno) e deciderà se farlo passare all’anno successivo o no. Attraverso accordi che ogni  famiglia dovrebbe prendere con il proprio circolo scolastico di appartenenza  si verra’ informati  circa il tipo di esame  da  sostenere.
Sandro Pasquino