L’ incidente allo SpaceShipTwo , finisce il sogno del turismo spaziale?

Di Tomasz Nowakowski

Il fondatore del gruppo Virgin, Richard Branson, dopo il suo arrivo presso la SpaceShipTwo nel deserto del Mojave, California , ha riconosciuto che il suo sogno del turismo spaziale commerciale potrebbe concludersi dopo l’esplosione che ha distrutto il veicolo di prova Virgin Galactic . Ma l’azienda impara dagli errori e continuerà la sua missione per inviare le persone nello spazio.

“Questa squadra è uno dei gruppi più coraggiosi, più brillanti, più determinato di gente che abbia mai avuto il privilegio di conoscere”, ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa. “Siamo determinati ad onorare il coraggio dei piloti e le squadre imparando da questa tragedia. Solo allora potremo andare avanti,uniti dietro un desiderio collettivo di spingere i confini dell’attività umana.

” SpaceShipTwo venerdì si è schiantato nel deserto del Mojave, un volo di prova, uccidendo il co-pilota Michael Alsbury e ferendo Peter Siebold che pilotava la nave spaziale e che è ora in in ospedale.

Rischi significativi sono parte del business dei viaggi nello spazio, Branson ha detto. Ha aggiunto che: “noi ora valuteremo i risultati dell’incidente e siamo determinati a imparare da questo e andare avanti insieme .”

Gli investigatori del Consiglio nazionale per la Sicurezza e Trasporto (NTSB) sabato hanno iniziato l’attività cercando tra le macerie, nel deserto vicino la base Edwards Air Force a nord di Los Angeles, passando attraverso i dati di volo di prova e intervistando testimoni. L’ investigatore Lorenda Ward è leader della squadra e Christopher A. Hart sarà il portavoce principale sulla scena dell’inchiesta.

“Sono determinati a scoprire che cosa è andato storto e stanno lavorando con le autorità per ottenere tali informazioni,” ha detto Branson. “È troppo presto per me aggiungere tutti i dettagli dell’inchiesta in questa fase.

Hart ha detto che non sapeva se SpaceShipTwo aveva un registratore di volo e la scatola nera.

Il spaceraft è decollato a circa mezzogiorno del venerdì, ma e’ stato segnalato un’anomalia di volo circa 40 minuti più tardi e si e’ rotto a 45.000 piedi di altezza . Von Siebold si è paracadutato fuori e, malgrado varie lesioni, ha raggiunto la terra in modo sicuro ed e’ stato portato in ospedale. Alsbury non è stato così fortunato. Non è chiaro se si è paracadutato fuori ed è morto nella sua caduta verso la terra, o se l’ha mai fatto. Pezzi della navicella erano sparsi sul deserto a nord-est di Los Angeles.

“Il coraggio dei piloti collaudatori in genere non può essere sopravvalutato. Nessuno sottovaluta i rischi coinvolti nella corsa allo spazio,”Branson ha detto. Egli ricordò le parole del comandante ISS canadese Chris Hadfield: “Come un ex pilota di test, incidenti ed anche decessi erano frequenti. È una nota parte del business.

Il proprietario della Virgin vuole capire come migliorare la sicurezza e le prestazioni del suo veicolo spaziale. “Abbiamo capito i rischi coinvolti e non stiamo andando ciecamente , questo saarebbe un insulto a tutti quelli colpiti da questa tragedia. Abbiamo intenzione di imparare da ciò che è andato storto, scoprire come possiamo migliorare prestazioni e sicurezza e poi andare avanti insieme,”ha detto.

L’incidente mortale e la perdita di SpaceShipTwo hanno sconvolto il sogno di Branson di partecipare lui stesso ad un volo di prova . È troppo presto per dire se sarà costruita una nuova nave spaziale di prova. Ora i pensieri di Branson rimangono con le famiglie dei piloti, e tutti quelli colpiti da questa tragedia.

Tomasz Nowakowski

Fonte :http://english.pravda.ru

Traduzione Appunti Italiani