Citazioni su: potere finanziario, moneta, tasse

Alcune citazioni sul potere economico finanziario, sulla moneta e sulle banche ..di importanti personaggi della Religione Cattolica

«Noi sappiamo che vi sono delle lobbies supernazionali che attraverso il sistema finanziario e quello bancario regolano l’emissione di moneta, quindi in maniera anonima, illegittima e immorale prestano la moneta allo Stato dopo averlo impoverito e privato d’autorevolezza. Naturalmente queste lobbies hanno dovuto agire per staccare il potere politico dall’elezione popolare, dimodoché ci troviamo ad essere governati da ispettori, da funzionari delle suddette lobbies. È una cosa terribile quanto dico, ma bisognerebbe sottolinearla con veemenza per un’informazione corretta che sia ricevuta dalla coscienza popolare: allora nessun gruppo, nessun partito potrà opporsi alle genti che richiederanno che lo Stato si riappropri della moneta e la restituisca in servizi ai cittadini, secondo il principio per cui essa è di chi la usa e non di chi la stampa». ( Padre Quirino Salomone, direttore de “La Perdonanza”)

«Da una parte una frazione strapotente perché straricca, la quale avendo in mano ogni sorta di produzione e commercio, sfrutta per se tutte le sorgenti della ricchezza, ed esercita pure nell’andamento dello Stato una grande influenza. Dall’altra una moltitudine misera e debole, dall’animo esacerbato e pronto sempre a tumulti. Un’usura divoratrice che, sebbene condannata tante volte dalla Chiesa, continua lo stesso, sotto altro colore, a causa di ingordi speculatori…. Tanto che un piccolissimo numero di straricchi hanno imposto all’infinita moltitudine dei proletari un giogo poco meno che servile». (Papa Leone XIII)

«Nel nostro tempo è ormai evidente che la ricchezza e un immenso potere sono stati concentrati nelle mani di pochi uomini. Questo potere diventa particolarmente irresistibile se esercitato da coloro i quali, poichè controllano e comandano la moneta, sono anche in grado di gestire il credito e di decidere a chi deve essere assegnato. In questo modo forniscono il sangue vitale all’intero corpo dell’economia. Loro hanno potere sull’intimo del sistema produttivo, così che nessuno può azzardare un respiro contro la loro volontà». (Papa Pio XI, Quadragesimus Annus 106-9, 1931)

Anonimo Pontino