California. Omosessualita’ malattia?Medico querelato!

Un uomo in  California cita in giudizio il suo  medico per aver diagnosticato i suoi disturbi conseguenti alla sua omosessualità come una “condizione cronica”

“E ‘ stato un altro tentativo di imporre la loro  discriminazione ed  odio ad un paziente gay”, ha detto l’uomo.

Un uomo apertamente gay di Los Angeles ha presentato una querela contro il suo ex medico dato che non e’ riuscito a rimuovere  la diagnosi del medico  che ha etichettato il suo “comportamento omosessuale” un “problema cronico”.

Nel 2013, Matthew Moore ha scoperto che suo medico, Elaine Jones, aveva elencato l’omosessualità come un disordine nella sua documentazione medica. Ha chiesto di rimuovere tale affermazione  dalla sua cartella medica ma anche dopo un anno aveva constatato  che essere gay era ancora indicato come un “problema”.

Moore ha scoperto tale diagnosi  dopo avere subito un problema fisico  nell’aprile 2013 e curato  dalla Dott. ssa Elaine Jones dell’associazione Salute Torrance. Moore ha scritto una lettera lamentandosi di cio’ con la  Memorial Health Association di Torrance che si è scusata …!

Moore  ha pensato che il problema era stato risolto. Ma quando ha ottenuto una copia della sua documentazione medica in maggio, ha detto che era sbalordito nel  vedere che mentre il codice 302.0 era stato rimosso, la citazione “comportamento omosessuale” era ancora elencata sotto “problemi cronici”.

Nel mese di luglio, Moore ha presentato una denuncia contro il dottor Jones e la  Torrance Memorial Health Association, accusandoli  di diffamazione e inflizione intenzionale di stress emotivo.

Inizialmente, Jones ha difeso la decisione di elencare l’omosessualità come un disordine  di Moore, sostenendo che la comunità medica non e’ ancora unanime  sul fatto che essere apertamente gay è una “condizione cronica” , questo  nonostante il fatto che l’omosessualità è stata rimossa dal  manuale statistico dei disturbi mentali nel  1973.

Secondo la querela,  la mancata rimozione  della diagnosi e’ da considerare una frode e non un   errore umano come l’Health Association ha affermato.

Moore ha richiesto  danni per la presunta diffamazione, ma ha detto alla NBC di Los Angeles che il caso rappresenta molto di piu’ che il danno personale.

“Ho dato loro possibilità  e questa volta non ho intenzione di rimanere in silenzio.  “Non voglio che alcun gay, lesbica, transgender o bisessuali debba mai più sentirsi dire da  un medico che la loro sessualità non e’ normale .

http://www.Salon.com

Traduzione

Appuntiitaliani.com