Ancora ” Sinistri ecologia e liberta’” a San Giovanni

Continua il disprezzo per il patrimonio artistico e religioso di Roma e di conseguenza per la  religione Cattolica ed i suoi luoghi sacri che rappresentano la maggioranza delle eccellenze monumentali , storiche ed artistiche della citta’ eterna.

Ricordo che siamo a pochi metri dalla Scala Santa, il luogo più’ sacro della cristianità’ ed ho dovuto  constatare l’ arroganza dei paladini difensori della liberta’ , dell’ ecologia popolare  e di tutti gli pseudo valori dei pur sempre  comunisti ossia il partito SEL di vendoliana costituzione.

La foto mostra l’ accampamento di tendoni, gazebo e bancarelle che occupano lo spazio antistante alla Basilica con striscioni che riportano la scritta “Roma scatta a sinistra” , piu’ che uno slogan un sinistro richiamo . Evidentemente il passaggio dei pellegrini e’ cosa conveniente per racimolare denaro con la vendita di cianfrusaglie etniche e varie inutilita’  per finanziare le loro cause.

E così’ , trasmettendo le partite del mondiale di calcio , sono trascorse le serate con bivacchi , musica e ciarlerie varie in continuità’ con l’ evento musicale del primo maggio, la Woodstock di Roma tutta sesso, droga e rock  and roll e cantanti milionari che suonano per i poveri. Naturalmente senza preoccuparsi di urtare la sensibilità’ di una religione e milioni di suoi fedeli.

Pur essendo spazi pubblci credo che si possa considerare il tanto sbandierato rispetto per non urtare la sensibilita’  altrui che pero’ vale per tutti meno che per la religione Cattolica.

Quando potremo vedere queste belle feste davanti alla moschea di Roma? Mai, non bisogna uratare la loro sensibilita’!

Redazione